Approvazione di un piano attuativo

Iter

Se la domanda non è presentata da tutti i proprietari, ma dalla maggioranza costituita in consorzio, entro dieci giorni dal ricevimento della domanda il sindaco assegna ai proprietari che non hanno aderito un termine di 90 giorni per sottoscrivere la convenzione presentata (Legge 01/08/2002, n. 166, art. 27, com. 5). Trascorso inutilmente il termine assegnato il consorzio ottiene la piena disponibilità degli immobili compresi nel piano ed è abilitato ad avviare la procedura di esproprio a proprio favore delle aree e delle costruzioni dei proprietari non aderenti.

I piani attuativi conformi allo strumento urbanistico generale, sono approvati dalla giunta comunale, pubblicati all'albo pretorio e sul sito web del comune e trasmessi alla Regione per la verifica di conformità. Trascorsi 60 giorni dalla trasmissione, la verifica si intende favorevolmente resa. La Giunta comunale, con la deliberazione di approvazione del piano attuativo, autorizza l’acquisizione al patrimonio comunale delle aree cedute a titolo di standard urbanistici, determina i corrispettivi dovuti, individua le opere di urbanizzazione primaria e secondaria, approva i relativi progetti, stabilisce l’utilizzo del costo di costruzione e di eventuali oneri straordinari ed autorizza la stipula della convenzione.

I piani attuativi in variante allo strumento urbanistico generale, nonché le modifiche agli stessi, che non rientrano fra quelle elencate nella Legge regionale 02/07/1987, n. 36, art.1 e art. 1-bis, sono adottati dal consiglio comunale, pubblicati all'albo pretorio e nel sito web del comune e, ultimata la fase delle osservazioni e delle controdeduzioni entro novanta giorni, prorogabili per una sola volta in ragione della particolare complessità della variante per ulteriori 90 giorni, trasmessi alla Regione per l’approvazione da parte della Giunta regionale.

La deliberazione della Giunta regionale è assunta nel termine di 90 giorni dal ricevimento degli atti, trascorso detto termine, gli strumenti urbanistici attuativi si intendono approvati. Della scadenza del termine è data notizia sul Bollettino ufficiale della Regione (BUR) nonché sul sito web del comune entro i successivi 15 giorni. La deliberazione regionale di approvazione è pubblicata sul BUR entro i successivi 15 giorni.

Ove necessario, con successiva delibera di giunta comunale, è autorizzata l’acquisizione al patrimonio comunale delle aree cedute a titolo di standard urbanistici, sono determinati i corrispettivi dovuti, individuate le opere di urbanizzazione primaria e secondaria, approvati i progetti, stabilito l’utilizzo del contributo relativo al costo di costruzione e di eventuali oneri straordinari ed autorizzata la stipula della convenzione

Rilascio di provvedimenti finali
Quando il procedimento amministrativo si conclude positivamente è emesso un provvedimento (Legge 07-08-1990, n. 241, art. 2). Per ottenere il rilascio del provvedimento consulta la sezione servizi connessi
Moduli da compilare e documenti da allegare
Domanda di approvazione del piano attuativo (PA)
Computo estimativo di massima dei costi delle opere pubbliche e di interesse pubblico
Copia del documento d'identità
Copia dell'atto costitutivo del consorzio
Estratto mappa catasto terreni
Dichiarazione di pagamento dell'imposta di bollo
Documentazione fotografica
Planimetria di inquadramento territoriale
Planimetria e profili dello stato di fatto
Progetto delle opere di urbanizzazione
Progetto planivolumetrico
Relazione economica
Relazione geologica
Relazione tecnica
Schema di convenzione
Soggetti coinvolti nel procedimento
Stralcio dello strumento urbanistico
Ulteriori intestatari del procedimento
Ulteriori immobili oggetto del procedimento
Valutazione previsionale di clima acustico
Ultimo aggiornamento: 09/09/2019 10:11.28