Come presentare un elaborato grafico?

In Comune di Latina…

ALLEGATO A

ELABORATI PROGETTUALI MINIMI A CORREDO DELLE ISTANZE DI PERMESSO DI COSTRUIRE E SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITÀ EDILIZIA

L’elencazione degli elaborati è applicabile alle istanze di titolo abilitativo ma il contenuto degli elaborati dipenderà dalla tipologia dell’intervento richiesto. Nel campo “note” e nella “descrizione del contenuto” i tecnici potranno trovare dettagli e spiegazioni per favorire la corretta compilazione degli elaborati. I formati in PDF degli elaborati, i minimi individuati sono A4 ed A3, si dovranno adattare alle dimensioni del’intervento, che coerenti con la scala minima definita, potranno avere formati superiori (Es A5, A0). Il file digitale ottenuto dagli elaborati dovrà essere in formato PDF/A e con una qualità massima di 150 Dpi a colori per limitarne le dimensioni e quindi limitare le problematiche della loro archiviazione, massima di 15 mb. L’uniformità della classificazione e normalizzazione degli elaborati, condiviso da tutti gli enti faciliterà la loro archiviazione e conservazione, consentendo l’invio automatico per via telematica verso altri Enti, quali ASL, Soprintendenza, Regione, Provincia, Arpa, VVFF, ect che sono coinvolti nel procedimento.

I

DESCRIZIONE

DESCRIZIONE CONTENUTO

SCALA (MIN)

FORMATO PDF/A (MIN)

DPI 150 A COLORI

NOTE

II

Planimetria Catastale

 

 

Planimetria catastale relativa alla zona interessata dagli interventi aggiornata dal progettista, per un raggio di almeno 200 ml. In caso di vincolo dei terreni ai fini dell’applicazione dell’indice della densità edilizia vanno indicate le particelle interessate

 

 

.

1:2000

A3

La planimetria del catasto (VAX) è in A3.

III

Visura Catastale

copia con identificazione delle particelle oggetto di intervento di data non anteriore a 3 mesi accompagnato da autocertificazione di aggiornamento. In caso di obbligo del vincolo dei terreni ai fini dell’applicazione dell’indice di densità edilizia vanno indicate le particelle interessate

---

A4

 

IV

 

Estratto planimetria PRG vigente e altri strumenti sovra territoriali vigenti (ad es. PTPR, PAI, etc)

 

Planimetria relativa all’estratto del PRG vigente e relativa normativa tecnica di attuazione interessata; estratto tavole PTPR e norme di attuazione, PAI, etc.

SCALA DI APPROVAZIONE

A4

Una pagina per ogni tipo di “estratto” dal PRG, dal PTPR, dal PAI, etc specificando la tematica rappresentata

V

Estratto planimetria del Piano Attuativo

 

 

 

Planimetria estratta dall'eventuale strumento attuativo con l'indicazione degli elementi significativi ed indispensabili per la redazione del progetto (fili fissi, massimo ingombro, distacchi, consistenza plano volumetrica e destinazioni d'uso ammesse) e relativa normativa tecnica di attuazione interessata

Quella del piano attuativo

A4

 

 

Per ogni elemento necessario al progetto ripetere n pagine secondo le tematiche necessarie per l’intervento.

VI

Planimetria localizzazione opere oggetto di intervento con rilievo celerimetrico dell'area di intervento, degli immediati confini e delle reti e servizi esistenti

 

 

Planimetria del lotto/area interessato dall’intervento nel rapporto (1:500) contenente l’indicazione:

 degli elementi necessari a determinare l’esatta ubicazione delle opere da realizzare, con l’indicazione dei limiti delle eventuali diverse previsioni del PRG che interessino l’area oggetto di intervento

 delle distanze delle opere da realizzare rispetto ai confini e/o fabbricati limitrofi

 delle larghezze stradali e delle principali quote altimetriche sia naturali che di progetto riferite ad un caposaldo certo

1:500

A3

La planimetria contiene il piano quotato e i profili del terreno ante e post intervento al fine di valutare l’entità dei movimenti di terra

VII

Planimetria sistemazione ambientale dell’area di intervento

 

 

 

 

Planimetria nel rapporto (1:500) contenente l’indicazione:

 dell’ubicazione, del numero e delle specie delle alberature esistenti

 della sistemazione di progetto dell’area scoperta, con le relative opere di arredo urbano da realizzare, se prospicienti aree o vie pubbliche, compresi schemi grafici dei particolari costruttivi in scala 1:200

 del rispetto della Legge Regionale n.6/2008 art.4

 delle alberature da impiantare, sentito l’Ufficio Verde al Servizio Ambiente

 

 

1:500

A3

La planimetria contiene il piano quotato e i profili del terreno ante e post intervento al fine di valutare l’entità dei movimenti di terra

VIII

Planimetria degli spazi pubblici ed accessibilità

 

 

Planimetria nel rapporto (1:500) contenente l’indicazione:

 degli spazi o superfici finalizzati al reperimento di eventuali dotazioni territoriali di verde e parcheggio con relativi computi analitici (calcolo e verifica superfici reperite)

 delle modalità di accesso e di fattibilità dei collegamenti ai servizi pubblici e tecnologici inclusa l'indicazione del diritto qualora sia previsto l'utilizzo di aree non pubbliche  dei disegni relativi alle opere per lo smaltimento dei rifiuti liquidi (bianchi e neri); qualora manchi la fognatura deve essere indicato il progetto dell’impianto di smaltimento conforme alle disposizioni della normativa vigente e del contenuto della relazione geologica e relativa certificazione del tecnico abilitato

1:500

A3

eventuali atti pubblici, assensi o autorizzazioni

 

 

I disegni relativi alle opere per lo smaltimento vanno prodotti anche nel caso di opere e interventi di smaltimento già esistenti. Eventuali particolari almeno alla scala 1:20

 

 

 

 

Planimetria con dimostrazione di accessibilità del lotto ai sensi della legge 13/89

 

 

 

Planimetria nel rapporto (1:500) contenente l’indicazione:

 dei percorsi accessibili dallo spazio esterno all’ingresso del manufatto. Non sono ammesse barriere architettoniche.

1:500

A3

 

 

Piante, prospetti e sezioni edificio

 Piante dell’edificio/opera in progetto, adeguatamente quotate al fine di valutare volumi e superfici, inerenti in caso di edificio, tutti i piani con la relative destinazioni d’uso, sia dei singoli vani che delle unità immobiliari, nonché della copertura. Per ciascun vano o locale oltre alla funzione dovrà essere indicata la superficie netta

 Prospetti dell’edificio/opera in progetto riportanti le quote essenziali con indicazione della facciata avente la massima altezza. Qualora l’opera sia localizzata in maniera continua ad uno o più fabbricati, deve essere riportata l’indicazione dell’esistenza dei fabbricati limitrofi con relativo ingombro e delle eventuali caratteristiche architettoniche particolari

 due sezioni significative e quotate dell’edificio/opera in progetto di cui, in caso di edificio, almeno una in corrispondenza della scala ed una nel senso parallelo alle pendenze delle falde del tetto, comprendenti il profilo del terreno naturale e di quello a sistemazione ultimata estese fino ai punti di intersezione dei profili naturali con quelli di progetto e/o delle aree contermini di proprietà di soggetti terzi

 Dichiarazione, relazione ed elaborati grafici o illustrativi relativi alla dimostrazione del rispetto delle normative in materia di abbattimento delle barriere architettoniche (accessibilità per accessi e parti comuni, adattabilità per i singoli alloggi)

 Rendering del progetto

1:100

A3

nel caso di ristrutturazioni di edifici esistenti o di varianti in corso d’opera, è necessario che si alleghi anche uno stato sovrapposto tra lo stato precedente e quello in progetto con diversa colorazione per le demolizioni e le nuove realizzazioni. E’ NECESSARIO VERIFICARE NEL CASO DI EDIFICI ESISTENTI LO STATO ATTUALE COME DA LICENZE, CONCESSIONI O PERMESSI RILASCIATI

 

Documentazione fotografica

Documentazione fotografica della zona o degli immobili interessati dalle opere nonché degli immobili contermini, che documenti anche le preesistenze vegetazionali, con i punti di presa indicati in apposita planimetria

150 dpi

10x15

Inserire una pagina iniziale che individua sulla pianta le posizioni dalle quali sono state scattate e numerarle. Le foto debbono rappresentare tutte le pareti dell’edificio esistente

 

Relazione tecnica della progettazione

 

 

 

 

 

  1. relazione tecnica descrittiva dei criteri seguiti nella progettazione e per l'inserimento nel contesto esistente, della qualità di materiali da rivestimento o di parametro esterno, nonché degli allacci ai servizi (scarico delle acque bianche e nere, approvvigionamento idrico, raccolta e smaltimento rifiuti, gasmetano con eventuali schemi grafici delle reti e dei relativi allacci). La relazione dovrà illustrare, ove necessario, le valutazioni effettuate dal progettista affinchè il progetto risulti conforme alla normativa comunale o sovraordinata, la relazione deve inoltre contenere l’analisi degli elementi costruttivi e decorativi che caratterizzano l’edificio, la classificazione dell’edificio e deve descrivere:

 Il rilievo di particolari architettonici e decorativi, in scala 1:20, sostituibile con un’esauriente documentazione fotografica nel caso si tratti di elementi sottoposti solo a restauro

 La documentazione storica, in quanto esistente, comprendente planimetrie storiche, rilievi antichi, stampe, documenti, certificati storici catastali, fotografie e quant’altro possa contribuire alla conoscenza dell’edificio

 La relazione sullo stato di conservazione dell’edificio e sulle tecniche di intervento che si intende eseguire, con specifico riferimento ai vari tipi di strutture e di materiali, alle finiture ed alle coloriture.

  1. Dati tecnici riassuntivi da cui risultino:

 i dati relativi alle prescrizioni o limitazioni poste dal PRG, dal piano attuativo e dai piani di settore con le indicazioni progettuali che dimostrino il rispetto di dette prescrizioni o limitazioni interessanti l’area/edificio oggetto di intervento

 la superficie del lotto con il computo della parte edificabile

 calcoli analitici del rapporto di copertura, della superficie coperta e/o della superficie utile coperta e della volumetria, in funzione degli indici ammessi dallo strumento urbanistico generale o attuativo, consentite nel lotto e quelle da realizzare

 la superficie degli spazi destinati a dotazioni territoriali per parcheggio e verde pubblico e privato con dimostrazione del rispetto dei limiti posti dallo strumento urbanistico generale o attuativo o dalla normativa regionale

 il numero degli alloggi

 la superficie utile coperta destinata ad attività produttive e servizi

 la superficie di vendita nel caso di attività commerciali

 i dati relativi agli interventi obbligatori, ai materiali ed alle tecniche in materia di sostenibilità ambientale. I dati sul rispetto dei requisiti di protezione acustica dell’edificio, se dovuti

  1. Documentazione atta a documentare il rispetto della normativa in materia di prevenzione delle cadute dall'alto

  2. Riferimenti normativi in materia di abbattimento delle barriere architettoniche ed Illustrazione delle previsioni progettuali per il rispetto degli stessi, corredata, ove previsto, da grafici ed asseverazione

 

A4

 

 

Dati inerenti scavi e riporti di terreno

 

 

 

 

 

Scheda che indica le quantità di scavi e i riporti di terreno, nonché le modalità di realizzazione, di accertamento, deposito e utilizzo delle terre e rocce conseguenti le opere di scavo ai sensi delle vigenti normative di settore (D.lgs. 152/82006 e D.L. n. 69/2013 convertito con modificazioni dalla L. 98/2013 – art. 8 L. 164/2014)

 

A4

 

 

 

 

 

Relazione geologica e idraulica

 

 

 

 

 

Relazione geologica ed idraulica anche ai fini del vincolo idrogeologico e dello smaltimento delle acque reflue non in fognatura, nonché del rispetto delle disposizioni del PAI, certificata dal tecnico abilitato

 

 

 

A4

 

 

Relazione su tutela dei vincoli

Relazione paesaggistica semplificata nella quale sono evidenziate le preesistenze e gli elementi oggetto di tutela, nonché l’incidenza su questi dell’intervento progettato.

 

A4

 

 

Calcolo contributo di costruzione

 

 

 

 

Illustrazione della sussistenza dei presupposti per fruire dell'esenzione parziale o totale ovvero delle modalità di determinazione del contributo con relativo calcolo degli oneri relativi alle opere di urbanizzazione primaria e secondaria e del costo di costruzione, con riferimento alle specifiche normative. Nel caso di edilizia convenzionata dovrà essere prodotto elaborato che documenti la sussistenza dei presupposti, anche dimensionali, stabiliti dal Comune, per accedere a tale regime con schema di convenzione utilizzando quello predisposto dal Comune o, in assenza,quelli regionali per l'edilizia convenzionata

 

A4

 

 

 

 

 

 

Calcolo monetizzazione aree

 

 

 

 

 

Illustrazione della sussistenza dei presupposti per la monetizzazione delle aree per standard urbanistici e relativo calcolo

 

 

 

 

A4

 

 

 

 

 

 

Documentazione vincolo paesaggistico (in caso di interventi ricadenti nelle aree sottoposte a vincolo ex D.Lgs. 42/2004 e qualora la richiesta di autorizzazione sia contestuale e inclusa all’istanza di titolo abilitativo)

Documentazione necessaria alla verifica della autorizzazione paesaggistica di cui al DPCM 12.12.2005 e D.P.R. 139/2010

1:100

A3

 

 

 

 

 

 

 

 

Ultimo aggiornamento: 10/01/2021 19:21.10